Come allestire la vetrina è da sempre una domanda cruciale per molte categorie di negozianti, specie quelle la cui vetrina negozio funge da biglietto da visita.

Penso in particolare ai negozi di abbigliamento, di arredo, le gioiellerie, gli ottici, profumerie, i negozi di scarpe e altri dove il prodotto in vendita va naturalmente esibito.

Questo accade perché la vetrina è lo strumento di attrazione più importante per i negozianti, un vero e proprio strumento di marketing per accrescere il fatturato.

È infatti lì - all’esterno del negozio - che inizia il corteggiamento del cliente, con una vetrina ben allestita, attraente, luminosa, capace di catturare l’attenzione anche quando il negozio è chiuso.

Il venditore silenzioso

Nel Visual Merchandising ci si riferisce alla vetrina come a un venditore silenzioso, perché è come se ci fosse un addetto vendite dietro il vetro, che mentre allestisce la vetrina interagisce con i clienti all’esterno.

Inoltre l’allestimento vetrine è diventato uno strumento ancor più potente da quando le norme igienico-sanitarie per prevenire la diffusione del Covid-19 hanno portato a vivere il negozio in modo diverso:

  • Il cliente frequenta sempre di più l’esterno - mentre è in fila o in attesa che un altro cliente esca per lasciargli posto - e la vetrina negozio ha nuove occasioni per catturare l’attenzione.
  • L’interazione tra addetto alle vendite e cliente è diminuita, e l’efficacia di un buon allestimento vetrine può fare la differenza.

L’allestimento vetrine è l’ingresso della shopping experience

Allestire la Vetrina come ingresso della shopping experience

Scopriamo come allestire la vetrina perché sia capace di indurre in tentazione: la vetrina negozio attiva il processo di acquisto generando uno fra questi stimoli:

  • Un desiderio (consapevole o inconsapevole)
  • La risposta a un bisogno
  • La soluzione di un problema

Una vetrina non allestita in modo da attrarre gli sguardi passerà inosservata, non genererà alcuna tentazione.

Se i dettagli dei prodotti non sono valorizzati, se i servizi non sono esposti, se l’allestimento non è in grado di comunicare che cos’altro è possibile trovare all’interno, il cliente semplicemente non saprà che la risposta alle sue domande è a un passo.

Allestire una bella vetrina non è un lavoro facile

Come allestire la vetrina

Il cliente di primo acchito non è attratto dal contenuto della vetrina in sé, ma dal cosiddetto colpo d’occhio.

Con quest'informazione, capire come allestire la vetrina e riconoscere gli errori più macroscopici diventa subito più facile!

Per esempio possiamo dire con sicurezza che una vetrina luminosa, colorata e dinamica attrae sicuramente di più di una vetrina negozio con tutti i prodotti classificati e ben allineati ma statici.

Il visual merchandising studia il modo in cui le merci esposte possano essere valorizzate: come sono disposte, illuminate, come è comunicato il prezzo, com’è veicolata un’offerta speciale, o in quale modo è annunciato un evento promozionale.

Ci vuole quindi molta esperienza per allestire una vetrina al meglio, soprattutto quando parliamo di articoli di lusso, moda, servizi e oggetti di piccole dimensioni, come gioielli e accessori.

Un altro aspetto importante è quello del coinvolgimento, ovvero fare immedesimare il cliente nel contesto della vetrina del negozio, ispirarlo a vedersi con quell’orologio al polso, indossando quel paio d’occhiali da sole ecc.

E la sfida si fa ancora più interessante nell'allestimento vetrine che mostrano oggetti di per sé poco interessanti, o tutti apparentemente molto simili e massimizzarne l’effetto attrattivo.

Come allestire la vetrina nell’era digitale

Come allestire la vetrina nell'era digitale

Studi dimostrano che i pensieri umani sono soprattutto generati da immagini e sotto forma di immagini: ecco perché un’immagine vale più di mille parole.

Inoltre oggi i clienti sono abituati agli schermi degli smartphone, come può la vetrina di un negozio distogliere la loro attenzione da quei piccoli schermi?

Short story long: con uno schermo grande.

Il digital signage prevede infatti l’utilizzo di ledwall e monitor da vetrina per veicolare messaggi promozionali, offerte, sconti, servizi, eventi… luci, animazioni e colori per catturare l’attenzione, sviluppare l’interesse e convincere a entrare nel punto vendita.

Giusto un accenno: con i monitor da vetrina negozio metti in risalto ogni dettaglio, quindi un prodotto relativamente piccolo come un orologio o un paio d’occhiali può essere ingrandito e mostrato a tutto schermo.

Immagina la potenza di mostrare in grande dettagli preziosi: un gioiello, un meccanismo, una lente ecc.

Con i ledwall puoi essere visto fino a 100 metri: mostra le tue promozioni anche in lontananza, vuoi proporre uno sconto valido per pochi giorni, o per poche ore? Lo vedranno sicuramente tutti!

I vantaggi del digital signage non sono solo questi, e vanno dall’efficacia, ai costi ridotti, ai vantaggi finanziari del noleggio operativo e tanto ancora.

Consulta un consulente esperto in visibilità e chiedigli tutto quello che vuoi sapere su come allestire la vetrina del tuo punto vendita in modo efficace e moderno!

Clicca e compila il modulo, otterrai una consulenza telefonica gratuita con un esperto di Vetrina Digitale!