Per capire come costruire un ledwall partiamo dalle basi: il ledwall è uno schermo (spesso un maxi schermo) a tecnologia led, formato da pannelli modulari (le cosiddette mattonelle) che riproducono immagini e video.

Questi schermi a led hanno la particolarità di essere operativi con qualsiasi luce, esposizione e condizione climatica, in ambienti chiusi o aperti: tutto è possibile grazie all’elevata fattura dei suoi componenti.

Per queste e altre caratteristiche, i ledwall sono molto adatti alle pubblicità on site, agli eventi sportivi o ai grandi concerti, alle fiere, ai centri commerciali.

Per capire come costruire un ledwall bisogna conoscerne la destinazione

Per capire come costruire un ledwall bisogna conoscerne la destinazione

Informazioni di base come che cosa voglio ottenere e come intendo usarlo sono tanto banali quanto importanti per valutare come costruire un ledwall: sì, perché chiarirti le idee di base ti aiuta a districarti nel labirinto di modelli, versioni e variabili che altrimenti dovresti attraversare senza una guida.

Ogni progetto degno di nota è realizzato su misura, dunque va disegnato e sviluppato sia a livello tecnico e strutturale, sia elettronico-meccanico, sia in tutti gli altri suoi aspetti: regolazioni di luminosità, consumo, telaio, montaggio, ecc.

Prima di partire con l’analisi del progetto è dunque meglio mettere a fuoco le idee sugli aspetti di base.

Ledwall indoor, outdoor o da vetrina?

Avrai molto chiaro dove intendi posizionare il tuo ledwall, o comunque sarà una delle primissime cose che dovrai decidere, perché un ledwall progettato per stare all’aperto sarà strutturalmente diverso da uno da interno.

Come costruire un ledwall dipende anche dalla scelta del cabinet da utilizzare, i vari trattamenti contro gli elementi atmosferici (pioggia, grandine, vento, salsedine ecc.), l’umidità, la polvere ecc.

Un ledwall da outdoor dovrà avere una grande resistenza, mentre un ledwall indoor non sarà esposto alle intemperie, quindi alcuni trattamenti che potrebbero far salire il prezzo finale non saranno necessari.

Consulta la tabella dei gradi di protezione IP (Ingress Protection, ovvero Protezione contro l’Intrusione) per farti un’idea: un ledwall outdoor deve raggiungere almeno un grado di protezione IP 65.

Un ledwall da outdoor dovrà essere dotato di una luminosità particolarmente potente, un ledwall indoor invece punterà sul contrasto e sulla maggiore resa dei colori.

Il ledwall da vetrina, invece, è una specie di ibrido: si tratta comunque di un ledwall indoor, e ne conserva le peculiarità strutturali, ma il suo posizionamento in vetrina, e quindi verso l’esterno, lo differenzia dai normali pannelli led da interni.

Sfruttato soprattutto nell’ambito del retail, deve catturare l‘attenzione di pedoni e automobilisti, anche in lontananza, dunque la sua luminosità sarà elevata come quella di un outdoor, o comunque in funzione della luce solare cui la vetrina è esposta.

Come si traduce tutto ciò? Si tratta di sapere come costruire un ledwall, se con led di tipo SMD oppure di tipo DIP: i led SMD hanno un solo chip i tre colori, mentre i led DIP includono i tre colori distinti:

  • La tecnologia SMD è la più recente, capace di offrire un contrasto superiore e una brillantezza dei colori migliore. È preferita per le installazioni indoor, specialmente se in alta definizione, ma è utilizzata anche outdoor per uso rental, in circostanze in cui il sole, la pioggia e gli altri agenti atmosferici hanno una bassa incidenza.
  • La tecnologia DIP è sfruttata soprattutto per le installazioni fisse outdoor, soggette all’usura degli agenti atmosferici.

Tabella dei gradi di protezione IP

IP 44Protezione contro la penetrazione di corpi solidi maggiori di 1 mm.
Protezione contro la penetrazione di liquidi da gocce, vapori o spruzzi in qualsiasi direzione.
La penetrazione di corpi solidi inferiori a 1 mm e liquidi non deve danneggiare l’apparecchiatura.
IP 54Protezione totale alla penetrazione di corpi solidi.
Protezione contro la penetrazione di liquidi da gocce, vapori o spruzzi in qualsiasi direzione.
La penetrazione di polveri e liquidi non deve danneggiare l’apparecchiatura.
IP 55Protezione totale alla penetrazione di corpi solidi.
Protezione contro la penetrazione di liquidi da gocce, vapori, spruzzi e getti d’acqua in qualsiasi direzione.
La penetrazione di polveri e liquidi non deve danneggiare l’apparecchiatura.
IP 65Protezione totale alla penetrazione di corpi solidi e polveri.
Protezione contro la penetrazione di liquidi da gocce, vapori, spruzzi e getti d’acqua in qualsiasi direzione.
La penetrazione liquidi non deve danneggiare l’apparecchiatura.
IP 66Protezione totale alla penetrazione di corpi solidi e polveri.
Protezione contro la penetrazione di liquidi da spruzzi, mareggiate e forti getti d’acqua in qualsiasi direzione.
La penetrazione liquidi non deve danneggiare l’apparecchiatura.
IP 67Protezione totale alla penetrazione di corpi solidi e polveri.
Protezione contro l’immersione in acqua momentanea per 30 minuti a 1 metro di profondità.
IP 68Protezione totale alla penetrazione di corpi solidi e polveri.
Protezione contro l’immersione in acqua permanente a 1 metro di profondità.
IP68-XXProtezione totale alla penetrazione di corpi solidi e polveri.
Protezione contro l’immersione in acqua permanente a xx metri di profondità.
1Protezione da oggetti solidi maggiori di 50 mm
2Protezione da oggetti solidi maggiori di 12 mm
3Protezione da oggetti solidi maggiori di 2.5 mm
4Protezione da oggetti solidi maggiori di 1 mm
5Protezione da polveri
6Protezione forte da polveri
1Protezione da gocce d’acqua
2Protezione da gocce d’acqua deviate fino a 15°
3Protezione da vapori d’acqua
4Protezione da spruzzi d’acqua
5Protezione da getti d’acqua
6Protezione da getti forti d’acqua o mareggiate
7Protezione contro l’immersione
8Protezione contro l’immersione continua

A parete o staffa: come installare il ledwall

Come costruire un ledwall a parete o a staffa

Ci sono casi in cui non si ha scelta: se per montare il ledwall la staffa o la parete sono l’unica soluzione, ci si deve adattare; quando invece è potenzialmente possibile sia l’una che l’altra via, intervengono altri fattori da valutare.

Per esempio: la necessità di installare il ledwall in una posizione particolare può richiedere l’utilizzo di una struttura a barre appese al soffitto, è questo il caso dei ledwall da vetrina montati in alto che però devono lasciare libero lo spazio sottostante.

Un ulteriore fattore che determina come costruire un ledwall è la modalità di accesso all’apparecchiatura interna del ledwall per la manutenzione: se per esempio il ledwall è installato a parete dev’essere possibile l’ispezione frontale, mentre negli altri casi la scelta non è rilevante.

Insomma è soprattutto questione di considerare gli spazi per l’installazione, l’utilizzo e la manutenzione, cosa che un consulente di Visibilità può aiutarti a valutare al meglio, così da compiere la scelta migliore per il tuo caso.

Comunicare vicino o in lontananza

Un altro dettaglio basilare per la costruzione di un ledwall è la tua strategia comunicativa, ovvero: chi sono i target dei tuoi messaggi?

Prendiamo l’esempio del ledwall da vetrina negozio: il suo target saranno sicuramente i passanti.

Se si trova in una zona di prevalente passaggio pedonale l’obiettivo di comunicazione saranno i pedoni che passeggiano davanti alla vetrina; se la vetrina si affaccia su un’arteria stradale molto trafficata, l’obiettivo saranno gli automobilisti.

La distanza di fruizione determina la scelta del pixel pitch, chiamato anche passo o interasse, ovvero la distanza in mm tra i led presenti in un pannello led.

La definizione del ledwall dipende dalla densità dei pixel nello schermo: la definizione è tanto maggiore quanto la distanza tra i led è inferiore. Da queste caratteristiche dipende la visibilità, che corrisponde alla distanza dalla quale lo schermo deve essere osservato.

Come puoi facilmente intuire, è un parametro fondamentale per decidere come costruire un ledwall, in quanto ne determina la nitidezza dell’immagine, che però è anche influenzata dalla distanza da cui il led wall stesso viene visto.

Tra distanza e passo c’è un rapporto inversamente proporzionale: al crescere della distanza vanno scelti ledwall con passo maggiore e viceversa, e naturalmente più il passo è fine e più il ledwall sarà ben visibile da vicino.

Le fasi principali di un progetto di visibilità

Come costruire un ledwall: le fasi del progetto

Sapere come costruire un ledwall non è sufficiente per portare a termine il tuo intento, è necessaria una precisa programmazione delle attività per consentirti di iniziare a comunicare in modo dinamico e moderno nel modo migliore.

Vetrina Digitale non è un mero produttore di ledwall, con noi hai accesso a una vera e propria consulenza a 360°: ci sarà un consulente in visibilità che ti affiancherà nelle fasi principali, sia decisionali che operative.

Questa una breve traccia di come affrontare un progetto di visibilità in modo efficace e efficiente.

Il sopralluogo

Partiamo da lontano: dobbiamo capire se la tua vetrina sia adatta a ospitare un ledwall. Le dimensioni, il posizionamento, il traffico sono adatti?

Il solo modo per rispondere è eseguire il sopralluogo (non significa necessariamente che vada fatto dal vivo, oggi si può fare anche con una videochiamata Whatsapp).

Il sopralluogo chiarirà sia il se sia il come: costruire un ledwall è un lavoro molto flessibile, lasciati guidare da un esperto per avere i risultati migliori.

Potrete valutare la posizione ideale (se in alta o bassa) la dimensione e la risoluzione (esistono norme comunali da rispettare), l'orientamento orizzontale o verticale, la forma, la luminosità ecc.

Il progetto tecnico-commerciale

Si tratta dell’analisi dei requisiti emersi durante il sopralluogo e delle richieste specifiche del cliente.

Il progetto è composto da:

  • Una relazione tecnica delle componenti elettriche, elettroniche e meccaniche
  • Un report sulla condizione illuminotecnica
  • Un prospetto economico sui costi - sia in modalità acquisto che noleggio - che include:
    • Dispositivi
    • Struttura portante (a parete o staffa)
    • Installazione, collegamento e calibrazione
    • MicroPC Player multimediale
    • Servizio di creazione contenuti

Se la situazione lo richiede, eseguiamo un render dello spazio dove sarà costruito il ledwall per fornire un’immagine indicativa dell’effetto finale.

L’installazione

Il nostro modo di lavorare è pensato per farti partire nel più breve tempo possibile: i tecnici di Vetrina Digitale preparano nel nostro laboratorio tutto quello che è possibile, con l’obiettivo di presentarsi da te con una serie di moduli già pronti per essere velocemente allestiti.

I tecnici di Vetrina Digitale sanno come costruire un ledwall, quanta precisione serva per allineare in modo esatto i pannelli led e collegare tutto nel migliore dei modi per rendere agevole la pulizia e la manutenzione!

La creazione dei contenuti

La creazione dei contenuti

Se lo desideri, puoi usufruire del servizio di creazione contenuti di Vetrina Digitale: è il modo più semplice per dare vita al tuo ledwall: contenuti accattivanti, professionali e sempre nuovi per sfruttare al meglio tutta la potenza comunicativa dei ledwall, creato da chi di ledwall ne capisce!

L’assistenza post-vendita

Anche se questo elenco potrebbe farlo sembrare, per noi l’assistenza non è l’ultima fase: è un servizio che accompagna i nostri ledwall durante il loro intero ciclo di vita: un ledwall funzionante al suo meglio è un vantaggio per te e un vantaggio anche per Vetrina Digitale!

La consulenza telefonica gratuita per capire come costruire un ledwall al meglio

Ora che sai tutto o quasi su come costruire un ledwall, fissa subito un appuntamento telefonico con un nostro esperto in visibilità, parti dalla sua consulenza per capire qual è la strada migliore per te!

Trasforma la tua idea in un vero successo, con la guida e l’esperienza di un consulente esperto in visibilità!